Grillo Parlante by Ivan Ingrilli

Libertà Di Scelta Per La Propria Salute

Libertà Di Scelta Per La Propria Salute

Grillo Parlante

Informazioni on-line

Site Map

Ambiente

Dietro AIDS e SARS

Globalizzazione e lobbying

Liberta' di cura

Medicine Naturali e Alternative

Personaggi e Tecnologie

Veleni chimici farmaceutici

Zen&art


Archivio articoli

 

Cosa leggo, link, collaborazioni:

  GIU' LE MANI DAI BAMBINI!
  Dr. L. Pauling Therapy
  The cure for Heart disease
  Ring Salute Mentale
  Dr. Joseph Mercola
  Natural Therapies for Chronic Illness
  Bolen Report
  Progetto MEG
  Complessita'
  Cancure.org
  Medicinenon
  VIVISECTION STOP
  AEPSI
  Oss. Ita. Salute Mentale
  Psicodiessea
  Naturmedica
  Vaccinetwork
  Federazione Comilva
  Mental Healt Project
  Rocco Manzi e Tiziana Maselli
  Shirley's Cafe
  La Nuova Medicina del Dr. Ryke Geerd Hamer
  European Consumers
  Thedoctorwithin
  Living Nutrition Magazine
  Institute for Science in Society
  Free Yurko Project
  NO MORE FAKE NEWS
  Un Sacco di Canapa
  Wikipedia - free encyclopedia
  Domenico De Simone
  Open Economy
  Afimo
  PR WATCH ! ! !
  Doctoryourself
  Informationguerrilla
  Nuovi Mondi Media
  Antipredazione Organi
  SUMERIA
  Consumers for health choice
  The health freedom movement
  STOP Codex Alimentarius
  The International Council for Health Freedom
  The Coalition for Natural Health
  Citizen Voice
  National Health Federation
  MayDay
  Dr. Anthony Rees
  CBG Network
  A Capo!
  Disinformazione
  Friends of Freedom
  Voglia di Terra
  Genitori contro autismo
  Safe minds
  Dr. Breggin
  Polaris Institute
  WHALE
  Rex Research
Dr. Rath
Horowitz
Hulda Clark
Life Extension
Lawrence Lessig
Howard Rheingold
Nexus Magazine:
La Leva di Archimede
VirusMyth
La Cosmica
SARS
What Really Happened

 

Communication Agents:

 


Gennaio 26, 2004

Giordano Bruno e la rivoluzione del pensiero

 

 

Categories

Giordano Bruno - precursore rivoluzionario.
Mi capita spesso di parlare con fatiscienti "cristiani" che, oggi, sostengono l'egocentrismo totalitario dell'uomo sulla natura, considerando il pianeta e tutti i sui abitanti "oggetti" messi a disposizione per l'Uomo. Da questa "piccola" distorsione, un grazie per tutti i disastri che religioni e governi hanno sempre fatto. Storicamente, il principale nemico dell'uomo e' l'uomo stesso, soprattutto "l'homo religiosus" e "l'homo politicus". Presto su questo blog affronteremo il concetto di "Mala in se'" e "Mala Prohibita".



Sono cambiati tempi e metodi, ma i forti poteri che cercano di imbrigliare l'uomo e il suo potenziale sono ancora al lavoro! Oggi piu' che "conquiste mascherate da scoperte" ci sono "guerre mascherate come missioni liberatrici e di pace" e "truffatori e assassini mascherati da persone rispettose". Un piccolo omaggio ad un grande pensatore.

Giordano Bruno era un ecologista antesignano. L'uomo non e' affatto il padrone del mondo. Egli affermava non il primato dell'uomo, ma il primato degli equilibri sempre instabili e sempre da ricostruire tra tutti gli enti di natura che, al di fuori di ogni scala gerarchica, godono tutti di pari dignita'. L'uomo deve prendersi cura della natura.

Fonte: La Repubblica del 10 gennaio 2004
Ora disponiamo di riedizioni molto accurate delle opere basate su studi profondi come quello di Nuccio Ordine
Un pensiero controcorrente che in qualche modo anticipava addirittura Darwin per l'evoluzione del corpo
Leggeva la filosofia in chiave comica e la commedia in chiave filosofica
Rifiutava la concezione geocentrica di Tolomeo per liberarsi dai falsi principi

Di UMBERTO GALIMBERTI

Ce n'era abbastanza per tagliargli la lingua e bruciarlo vivo a Roma in Campo de' Fiori il 17 febbraio del 1600. Aveva anticipato troppo i tempi, aveva detto verita' che solo oggi noi sentiamo familiari. Aveva messo in discussione la centralita' dell'uomo nell'universo, si era spinto a negare la trascendenza di Dio. Dubitava che lo sguardo matematico degli scienziati fosse quello idoneo a comprendere la natura, e che lo sguardo teologico dei preti avvicinasse a Dio.

Leggeva la filosofia in chiave comica e la commedia in chiave filosofica per relativizzare tutte le verita' che pretendono l'assolutezza. Ai preti, a cui assegnava solo il compito di garantire l'ordine sociale con gli strumenti della fede, preferiva i maghi impegnati a reperire le costanti della natura (i vincoli) e quindi la sua conoscenza. Denunciava le violenze del cristianesimo perpetrate in America Latina dal quel "pirata" che era, a suo parere, Cristoforo Colombo, il quale barattava battesimi con oro e argento. Ce n'era abbastanza per tagliargli la lingua e bruciarlo vivo. Sto parlando di Giordano Bruno (1548-1600) di cui, in occasione dell'anno bruniano, la Utet ha editato le Opere italiane in due volumi per complessive 1856 pagine, gia' apparse in Francia da Les Belles Lettres e in procinto di essere tradotte in tedesco, spagnolo, svedese, rumeno, giapponese e cinese. L'edizione italiana, che si avvale degli studi di Giovanni Aquilecchia, maestro per cinquant'anni di studi bruniani, e' stata curata da Nuccio Ordine, autore di una magistrale, e per me entusiasmante, Introduzione di 200 pagine, che sono parte di un piu' ampio saggio che, col titolo: La soglia dell'ombra.

Letteratura, filosofia e pittura in Giordano Bruno, e' stato pubblicato da Marsilio in Italia e da Les Belles Lettres in Francia. La prima opera in lingua italiana di Bruno e' una commedia: Il candelaio, pubblicato a Parigi nel 1582. Ad essa seguirono sei dialoghi filosofici pubblicati a Londra tra il 1584 e il 1585. La commedia Il candelaio non fu' ospitata dalla raccolta delle opere di Bruno curata da Giovanni Gentile, perche' non ritenuta un'opera filosofica. In realta' Gentile non aveva capito che l'intento di Bruno era di destabilizzare i generi letterari e dimostrare che si poteva parlare comicamente di filosofia e filosoficamente della commedia, per relativizzare tutte le verita' credute assolute, a partire dall'ordine cosmologico allora ipotizzato, che fungeva da supporto teologico per affermare la centralita' dell'uomo nell'universo e la sua destinazione celeste.

Bruno, che rifiutava la concezione geocentrica di Tolomeo, vuole liberare la terra dalla falsa immobilita' e dai falsi principi di una filosofia teologizzante che, ponendo l'uomo al centro dell'universo ne fa il "dominatore e il possessore del mondo" come qualche anno dopo dira' Cartesio. Ma a Bruno non basta superare Tolomeo, cosa che aveva gia' fatto Copernico e dopo di lui Galileo e Cartesio. Bruno vuole superare anche l'eliocentrismo copernicano perche', pur avendo ammesso la centralita' del sole rispetto alla centralita' della terra, Copernico, a parere di Bruno, rimaneva ancorato a una cosmologia tradizionale, chiusa e delimitata, senza approdare a un universo infinito, senza centro e senza limiti, popolato da innumerevoli mondi e difficilmente conciliabile con le esigenze della "ragione calculatoria" tanto cara agli scienziati del suo tempo. Cosi' dicendo, Bruno si pone contro sia gli scienziati che ritengono la natura indagabile solo con strumenti matematici, sia i teologi che vedono sconvolta l'architettura dell'universo, secondo la quale Dio ha creato un mondo finito, con al centro l'uomo, dominatore della natura e al contempo cosi' bisognoso di salvezza da richiedere la discesa in terra del figlio di Dio.

Questa presa di posizione su entrambi i fronti consente a Bruno di smascherare quella sotterranea parentela che, al di la' delle dispute, lega la tradizione cristiana all'agnosticismo scientifico. L'una e l'altro infatti condividono la persuasione che l'uomo, disponendo dell'anima come vuole la religione o della facolta' razionale come vuole la scienza e', tra gli enti di natura, l'ente privilegiato che puo' sottomettere a se' tutte le cose. A questa enfatizzazione cartesiana del soggetto (Ego cogito) preparata dalla tradizione giudaico-cristiana (per la quale l'uomo e' immagine di Dio e quindi nel diritto di dominare su tutte le cose), Giordano Bruno contrappone un percorso radicalmente diverso da quello che caratterizzera' per secoli il pensiero europeo. Non il primato dell'uomo, ma il primato degli equilibri sempre instabili e sempre da ricostruire tra tutti gli enti di natura che, al di fuori di ogni scala gerarchica, godono tutti di pari dignita', perche' la piu' minuscola pulce e' al centro dell'universo allo stesso titolo della piu' luminosa delle stelle.

Spezzare l'ordine gerarchico significa distruggere la scala dei valori che faceva da sfondo sia alla visione teologica sia a quella scientifica del mondo che, a parere di Bruno vanno sostituite dalla visione magica che non e' potere sulla natura, ma scoperta dei vincoli con cui tutte le cose si incatenano, secondo il modello eracliteo dell'invisibile armonia". Per questa concezione filosofica, antitetica sia alla scienza matematica che si alimenta della progettualita' umana, sia alla religione che, se da un lato subordina l'uomo a Dio, non esita a considerarlo, fin dal giorno della sua cacciata dal paradiso terrestre, dominatore di tutte le cose, Giordano Bruno fu trascurato dagli scienziati del suo tempo che stavano inaugurando il sentiero che sara' poi percorso dal pensiero occidentale, e bruciato vivo a Roma, in Campo de' Fiori, dalla Chiesa che allora, per dire la sua, disponeva di metodi piu' spicci.

Ma oggi che il potere dell'uomo sulla natura inquieta l'uomo stesso, perche' il suo potere di "fare" e' enormemente superiore al suo potere di "prevedere" e di "governare" la propria storia, forse e' opportuno un ritorno al pensiero di Bruno, per scorgervi, oltre all'anticipatore degli "infiniti mondi" contro il geocentrismo del suo tempo, colui che, proprio in forza degli "infiniti mondi" dubita che l'uomo possa essere pensato come il centro dell'universo e quindi in diritto di disporne secondo i modesti e al tempo stesso terribili schemi della sua acritica progettualita', perche' alla legge del Tutto, a cui si volgeva la magia bruniana, impone la legge dell'uomo (occidentale) sul Tutto.

Ma chi e' l'uomo per Giordano Bruno? Con un'anticipazione che potremmo dire "darwiniana" l'uomo, al pari di tutti gli animali, e' deciso dalla sua conformazione corporea, e la sua superiorita' non e' dovuta tanto all'anima, alla ragione, alla mente, ma alla forma del suo corpo. A differenza del primate piU' evoluto, l'uomo infatti ha la mano libera nel cammino, e cio' consente a tutto il suo corpo di liberarsi nella manipolazione del mondo. Questa manipolazione si chiama "lavoro", in cui e' la specificita' dell'uomo e la sua differenza dall'animale, per cui non Adamo nel paradiso terrestre che oziava nella piu' assoluta incoscienza di se', ma Adamo dopo il peccato originale che assume su di se' la "condanna" del lavoro (che a parere di Bruno e' l'unica condizione per costruire cultura e civilta') e' la vera immagine dell'uomo.

Non piu' impiegata come utensile la mano, che due secoli dopo Bruno, Kant definira': "il cervello esterno dell'uomo", e' capace di gesti espressivi che sono negati agli animali, perche' questi non disponendo di una mano libera, si trovano nell'impossibilita' di esplorare il mondo, con tutte le conseguenze comportamentali e cognitive che, una volta acquisite grazie all'uso della mano, verranno messe in conto all'anima. Se non disponesse di una mano libera infatti, scrive Bruno: "L'uomo in luogo di camminare serperebbe, in luogo d'edificarsi palaggio si caverebbe un pertuggio, e non gli converrebbe la stanza, ma la buca". Nonostante questo depotenziamento dell'origine dell'uomo, piu' parente dell'animale che di Dio, Giordano Bruno e' un grande umanista che non cade nell'errore in cui, due secoli dopo, sono caduti gli illuministi che, come vuole la denuncia di Rousseau: "Confondono l'uomo di natura con gli uomini che hanno sotto gli occhi. Sanno assai bene cos'e' un borghese di Londra e di Parigi, ma non sapranno mai cos'e' un uomo".

Di qui la condanna di Bruno ne La cena de le ceneri contro la spedizione di Cristoforo Colombo, contro una "conquista mascherata da scoperta". Le popolazioni ameroinde, scrive Bruno, avevano una loro cultura, una loro lingua, una loro religione. Avevano insomma il diritto di vivere in pace secondo le loro leggi e i loro costumi. Ma la brama spregiudicata del profitto ha trasformato presunti marinai animati dal desiderio di conoscenza in vili pirati assetati di oro e argento che sulle loro navi, scrive Bruno ne Lo spaccio de la bestia trionfante, imbarcarono: "L'abominevole Avarizia, con la vile e precipitosa Mercatura, col disperato Piratismo, Predazione, Inganno, Usura e altre scelerate serve, ministre e circostanti di costoro". Bruno aveva capito che non basta celebrare l'uomo, come nell'eta' umanistica si faceva, per conoscere l'uomo. E non si puo' conoscere l'uomo se lo si pensa, come vuole la religione e la scienza "padrone e dominatore del mondo". Meglio una filosofia che lo riconosce negli "infiniti mondi" e cosi' lo relativizza, armonizzandolo con tutti gli enti di natura, su cui l'uomo non puo' esercitare il suo incontrastato dominio, ma di cui deve prendersi semplicemente cura. Perche' la sorte dell'uomo non e' disgiunta dalla sorte dell'altro uomo e neppure dagli enti di natura, come l'acqua, l'aria, gli animali, le piante, la terra, verso cui, soprattutto oggi, abbiamo dei doveri che nessuna morale, ad eccezione di quella bruniana, ha finora contemplato.

Trovato su Gevam.it

 


mandato da Ivan Ingrilli il Lunedì Gennaio 26 2004
aggiornato il Sabato Settembre 24 2005

URL of this article:
http://www.newmediaexplorer.org/ivaningrilli/2004/01/26/giordano_bruno_e_la_rivoluzione_del_pensiero.htm

 


Related Articles

Questa Terra per noi è sacra
Nel 1854 il “grande capo bianco” di Washington (il Presidente degli Stati Uniti, Franklin Pieroe del New Hampshire) si offrì di acquistare una parte del territorio indiano e promise di istituirvi una “riserva” per i pellirosse. La risposta del capo indiano “Seattle” risulta essere la più bella e la più profonda Dichiarazione mai fatta sull’ambiente. “Come potete acquistare o vedere il cielo, il calore della terra? L’idea ci sembra strana.... [continua a leggere]
Giugno 24, 2004 - Ivan Ingrilli

Pleomorfismo vs monomorfismo, dalla BBC News scoperta una "nuova forma di vita"?
Ieri mi sono dedicato alla lettura di un bellissimo articolo che tratta, come argomento di fondo, le dinamiche delle "rivoluzioni scientifiche". Un articolo che consiglio di leggere a tutti, mano sul cuore: Lo sconcertante caso della fusione fredda, di Roberto Germano. L'articolo non si esaurisce all'argomento "fusione fredda" ma tocca molti argomenti di mio personale interesse, dalla "memoria dell'acqua (Omeopatia rulez), agli OGM.Con considerazioni eleganti ed esaustive l'articolo ci offre... [continua a leggere]
Maggio 20, 2004 - Ivan Ingrilli

Dr. Eugene Mallove: assassinato pioniere della Fusione Fredda
Rispondo al commento di Alfonso, lasciato sul post Fusione Fredda, Idrogeno e monopolio energetico, che si chiede se le informazioni su argomenti come la fusione fredda siano sono speculazioni fantascientifiche che nulla hanno a che fare con questa realta'.Credo personalmente che la censura di argomenti e tecnologie come quella della fusione fredda siano uno dei tanti "stratagemmi" per mantenere lo status quo di un monopolio energetico ed economico che tiene... [continua a leggere]
Maggio 18, 2004 - Ivan Ingrilli

 

 

 


Readers' Comments


approfitto per segnalarvi il primo progetto di romanzo grafico su Giordano Bruno ad opera del disegnatore Maurizio Di Bona. Vi invito a sostenere con forza l'iniziativa e a seguirla sul sito http://www.alkemik.com/thenolan nella sezione "fumetto".
Grazie.

Mandato da: Alessandra il Febbraio 25, 2004

 


approfitto per segnalarvi il primo progetto di romanzo grafico su Giordano Bruno ad opera del disegnatore Maurizio Di Bona. Vi invito a sostenere con forza l'iniziativa e a seguirla sul sito http://www.alkemik.com/thenolan nella sezione "fumetto".
Grazie.

Mandato da: Alessandra il Febbraio 25, 2004

 

Post a comment















Security code:




Please enter the security code displayed on the above grid


Due to our anti-spamming policy the comments you are posting will show up online within few hours from the posting time.



 

Il Corpo E' L'Arco, La Mente E' La Freccia, TU Sei Il Bersaglio

 

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons License.

Questo sito contiene idee, fatti e ricerche scientifiche controverse che potrebbero essere offensive per alcune persone ben educate. E' suggerita la supervisione dei genitori.
Gli scritti hanno solamente un intento informativo ed educativo. Consultare il proprio medico prima di utilizzare qualsiasi informazione trovata su questo sito. Qualsiasi materiale sotto copyright viene utilizzato senza nessun fine commerciale. Prosit. Amen.

 

900






 


Most Popular Articles

Beppe Grillo: "Disastro Italia"

Mito del Colesterolo: Nuove Linee Guida, Vecchia Propaganda Farmaceutica

Teflon: C8, PFOA uno dei tanti derivati del Fluoro

Ascorbato di potassio, studi e ricerche

Il mito del colesterolo: cosa causa infarti e cardiopatie?


Articoli pi¨ recenti

Cina: 100 milioni soffrono la carenza di Iodio...

Chi fermera' l'egemonia delle case farmaceutiche e il controllo su scienza e salute?

Teflon: C8, PFOA uno dei tanti derivati del Fluoro

Statine, statine e ancora statine per ogni problema: l'industria farmaceutica dell'inganno

Mito del Colesterolo: Nuove Linee Guida, Vecchia Propaganda Farmaceutica


Archive of all articles on this site


Most recent comments

Alternative Medicine Message Boards

P2: Licio Gelli e Propaganda 2

Quei matti fritti con l'elettroshock...

Dr. Eugene Mallove: assassinato pioniere della Fusione Fredda

Alternative Medicine Message Boards

 

Candida International

What Does MHRA Stand For??

Bono and Bush Party without Koch: AIDS Industry Makes a Mockery of Medical Science

Profit as Usual and to Hell with the Risks: Media Urge that Young Girls Receive Mandatory Cervical Cancer Vaccine

 

Health Supreme

Multiple sclerosis is Lyme disease: Anatomy of a cover-up

Chromotherapy in Cancer

Inclined Bed Therapy: Tilt your bed for healthful sleep

 

Share The Wealth

Artificial Water Fluoridation: Off To A Poor Start / Fluoride Injures The Newborn

Drinking Water Fluoridation is Genotoxic & Teratogenic

Democracy At Work? - PPM On Fluoride

"Evidence Be Damned...Patient Outcome Is Irrelevant" - From Helke

Why Remove Fluoride From Phosphate Rock To Make Fertilizer

 

Consensus

Islanda, quando il popolo sconfigge l'economia globale.

Il Giorno Fuori dal Tempo, Il significato energetico del 25 luglio

Rinaldo Lampis: L'uso Cosciente delle Energie

Attivazione nei Colli Euganei (PD) della Piramide di Luce

Contatti con gli Abitanti Invisibili della Natura

 

Diary of a Knowledge Broker

Giving It Away, Making Money

Greenhouses That Change the World

Cycles of Communication and Collaboration

What Is an "Integrated Solution"?

Thoughts about Value-Add