Grillo Parlante by Ivan Ingrilli

Libertà Di Scelta Per La Propria Salute

Libertà Di Scelta Per La Propria Salute

Grillo Parlante

Informazioni on-line

Site Map

Ambiente

Dietro AIDS e SARS

Globalizzazione e lobbying

Liberta' di cura

Medicine Naturali e Alternative

Personaggi e Tecnologie

Veleni chimici farmaceutici

Zen&art


Archivio articoli

 

Cosa leggo, link, collaborazioni:

  GIU' LE MANI DAI BAMBINI!
  Dr. L. Pauling Therapy
  The cure for Heart disease
  Ring Salute Mentale
  Dr. Joseph Mercola
  Natural Therapies for Chronic Illness
  Bolen Report
  Progetto MEG
  Complessita'
  Cancure.org
  Medicinenon
  VIVISECTION STOP
  AEPSI
  Oss. Ita. Salute Mentale
  Psicodiessea
  Naturmedica
  Vaccinetwork
  Federazione Comilva
  Mental Healt Project
  Rocco Manzi e Tiziana Maselli
  Shirley's Cafe
  La Nuova Medicina del Dr. Ryke Geerd Hamer
  European Consumers
  Thedoctorwithin
  Living Nutrition Magazine
  Institute for Science in Society
  Free Yurko Project
  NO MORE FAKE NEWS
  Un Sacco di Canapa
  Wikipedia - free encyclopedia
  Domenico De Simone
  Open Economy
  Afimo
  PR WATCH ! ! !
  Doctoryourself
  Informationguerrilla
  Nuovi Mondi Media
  Antipredazione Organi
  SUMERIA
  Consumers for health choice
  The health freedom movement
  STOP Codex Alimentarius
  The International Council for Health Freedom
  The Coalition for Natural Health
  Citizen Voice
  National Health Federation
  MayDay
  Dr. Anthony Rees
  CBG Network
  A Capo!
  Disinformazione
  Friends of Freedom
  Voglia di Terra
  Genitori contro autismo
  Safe minds
  Dr. Breggin
  Polaris Institute
  WHALE
  Rex Research
Dr. Rath
Horowitz
Hulda Clark
Life Extension
Lawrence Lessig
Howard Rheingold
Nexus Magazine:
La Leva di Archimede
VirusMyth
La Cosmica
SARS
What Really Happened

 

Communication Agents:

 


Settembre 30, 2003

L'INQUINAMENTO FARMACOLOGlCO

 

 

Categories
Louis Bon de Brouwer

da una conferenza al Congresso della Società Internazionale dei Medici per l'Ambiente. Lucerna (CH), aprile 1993
Esistono due specie di inquinamento: quello che fa chiasso e quello che viene tenuto nascosto dai media per proteggere i grandi interessi economici.

Si parla della cosiddetta scomparsa dello strato di ozono, che ci lascia senza filtro per i raggi solari, degli alberi che muoiono, vittime delle piogge acide e dei gas di scarico. Si dice che le falde freatiche sono inquinate dallo spargimento non tempestivo di concimi a base di nitrato, di pesticidi e di altri diserbanti che rendono l' acqua non potabile e rendono tossiche frutta e verdura che consumiamo tutti i giorni. Si racconta che i prodotti tossici provenienti da diversi paesi si concentrano in discariche pubbliche o private facendo di alcuni paesi europei delle vere e proprie pattumiere a cielo aperto. Si dice che l'aria che respiriamo nelle grandi città è inquinatissima dai metalli pesanti.
Tutto questo è, purtroppo, perfettamente vero ed è bene preoccuparsene. Ma costituisce solo la parte visibile dell' iceberg dell'inquinamento.

Perché non parlare dell'onnipresente inquinamento da alimenti, e soprattutto di quello da farmaci, i due fratelli gemelli dell inquinamento inconfessato? Questi tipi di inquinamento sono i più importanti ed i più pericolosi, perché assorbiamo quotidianamente in tutta tranquillità e con cieca fiducia le sostanze chimiche più tossiche. Se pure esistono vaghi controlli per i prodotti alimentari, che ne è dei medicinali elargiti a profusione dai medici, oppure comprati senza ricetta per un bisogno che il più delle volte si rivela inesistente? Il solo controllo effettuato è un controllo a posteriori, quando il medico curante ed il paziente si rendono conto dell'efficacia, dell'innocuità o degli effetti collaterali e talvolta mortali di alcune molecole. Se alcuni medicinali sono stati ritirati dalla vendita, in seguito a numerosi incidenti, altri continuano ad essere in commercio causando delle vere stragi a medio e lungo termine.

Nella forma di società che caratterizza il mondo occidentale, forma quanto meno discutibile, le industrie chimiche detengono una capacità e un potere economico di primo piano, avendo come solo obiettivo il profitto. Occorre denunciare le industrie responsabili della più grave delle forme di inquinamento: sono le industrie chimico-farmaceutiche e agro-alimentari. Queste industrie ed i rispettivi governi che le ospitano ingannano consapevolmente non solo i medici che fanno le prescrizioni, ma anche i malati e coloro che non lo sono, gli agricoltori ed infine i consumatori.
In quanto esperto posso qui affermare che il controllo dei prodotti alimentari è lassista o praticamente inesistente ed è per questo che noi assorbiamo quotidianamente dei nitrati, dei residui di pesticidi, dei fungicidi, degli erbicidi, dei coloranti, dei conservanti, ed ogni specie di additivi alimentari ufficialmente regolamentati.

A titolo di esempio vi segnalerò che ogni europeo assorbe circa 3 kg. di nitrati all'anno, nitrati che nell'organismo si trasformano in nitrati cancerogeni. E ci si stupisce di veder progredire il numero dei tumori (30 % in 10 anni di tumori organici, che adesso colpiscono anche i bambini in tenera età: questo non si era ancora visto prima).

Questi nitrati provengono dai concimi dispensati a profusione dagli agricoltori su terreni esauriti, che senza di essi non produrrebbero più niente. In Olanda, le terre che in passato furono strappate al mare e che in seguito sono state coltivate per 30 anni intensivamente con concimi, sono talmente inquinate che vengono restituite al mare, distruggendo le dighe.

Le industrie chimiche hanno rovinato l'agricoltura europea e la salute dei suoi consumatori. Ma che ne è dell'inquinamento provocato dai medicinali?

Contrariamente a ciò che viene predicato dalle strutture mediche e che è ripreso ed amplificato dai media, la medicina e la farmaceutica non hanno fatto indietreggiare minimamente la malattia e la morte. Al contrario, da cinquanta anni, la vita media degli individui non ha subito variazioni. Ciò che ha fatto indietreggiare la malattia e la morte è stata la fine delle guerre, delle epidemie e delle pandemie che seguivano. E' l'osservazione delle regole di igiene che permette in modo particolare la sopravvivenza dei nuovi nati.

A nulla servono, perciò, gli inserimenti e i trapianti d'organi, con i quali la televisione ci bombarda, poiché si sa che qualche anno dopo essi sfociano in tumori a causa dell'impiego di sostanze antirigetto che deprimono il sistema immunitario dei pazienti.

A nulla servono certi farmaci che curano l'ipertensione e che fanno morire di pneumopatia, mentre sarebbe sufficiente seguire una dieta alimentare rigida. A nulla servono migliaia di specialità, più di 10.000 in media nei paesi europei, che non solo non guariscono le affezioni ma ne provocano altre più temibili.

A nulla servono i tranquillanti e gli antidepressivi (la Francia detiene il primato mondiale di consumo in questo campo: 5 volte più che negli Stati Uniti). Sarebbe sufficiente cambiare lo stile di vita, eliminando in tal modo le cause della depressione.

A nulla servono milioni di esperimenti effettuati su animali per la messa a punto dei medicinali, se qualsiasi scienziato serio vi dirà che i risultati così ottenuti non sono estrapolabili ad altre specie animali e tanto meno all'uomo. I criteri di valutazione della tossicità delle sostanze che entrano nella composizione dei medicinali sono da rivedere totalmente in quanto antiscientifici; in realtà la maggior parte dei medicinali risulta dannosa per la salute umana.

Si stima che in Francia gli effetti collaterali dei farmaci siano responsabili di un quarto dei ricoveri ospedalieri, vale a dire che 1 letto su 4 negli ospedali è occupato da un malato che presenta un'affezione dovuta a uno o più medicinali. Negli Stati Uniti, un letto su 5. Ed in questa statistica non si è tenuto conto del numero di persone che non si sono fatte ricoverare, restate a casa loro malgrado, con disturbi talvolta gravi... o che semplicemente sono decedute senza capire di essere state vittime dei medicinali prescritti.

La lista dei medicinali che hanno provocato incidenti gravi è molto lunga: solo alcuni di essi hanno avuto gli onori della cronaca per avere causato, da soli o in cocktail micidiali con altri farmaci, danni e morte in migliaia di individui. D'altra parte, l'iperconsumo di farmaci è incoraggiato anche dall'atteggiamento dei consumatori nei loro confronti. Al medicinale si vedono attribuite virtù miracolose: si dice tutto su di esso e purtroppo nulla su di noi.

Diventati assistiti permanenti, gli europei non fanno più alcuno sforzo per aiutarsi da soli. Vivono ormai sotto una vera dittatura farmacologica, e sembra che questo vada loro più che bene, mentre si avviano diritti ad una catastrofe sanitaria senza precedenti nella storia dell'umanità.

Attraverso la perenne disinformazione del pubblico, le industrie chimico-farmaceutiche, colossali potenze economiche, si assicurano la supremazia su individui e Stati. I media ed i governanti decantano i meriti di una medicina che in realtà porta la popolazione mondiale alla rovina, attraverso l'indebolimento del sistema immunitario dovuto ai vaccini ed al consumo di sostanze tossiche.
D' altra parte, i laboratori di importanza internazionale detengono, grazie ai loro colossali mezzi finanziari e alla protezione che ricevono dagli stati che li ospitano, non soltanto il monopolio dell'inquinamento chimico, ma anche un potere politico di cui il comune mortale non ha alcuna idea.

Vorrei citare qualche cifra:

Bayer, per esempio, possiede sei settori di attività: prodotti agricoli, prodotti organici, prodotti farmaceutici, prodotti industriali, polimeri, tecniche dell'informazione. Lo stesso succede per Sanofi e la maggior parte dei grandi laboratori come: Ciba-Geigy, Hoffman-Laroche, Hoechst ed altri... E' facile dunque capire come ogni individuo sia strumentalizzato dai laboratori nel corso di tutta la sua vita.

Inoltre:

Bayer, nel 1989, ha realizzato un giro d'affari di 30 miliardi di dollari.

Hoescht: 8 miliardi di dollari.

Sanofi: 4 miliardi di dollari.

Ciba - Geigy: 15 miliardi di dollari.

Merck: 5 miliardi di dollari.

Il giro d' affari di questi laboratori dal 1989 è aumentato inoltre di circa il 14% nel 1990-91-92.
Esistono a livello internazionale dei veri trust organizzati mediante la creazione di industrie di trasformazione e di fabbricazione, la diversificazione della produzione iniziale in questi stessi paesi e l'organizzazione di filiali di vendita nei paesi industrializzati ad alto rendimento.

Un semplice esempio: i pesticidi che inondano il mercato europeo, provenienti dalla Svizzera, saranno fabbricati in India, paesi con manodopera a buon mercato e dove non esiste alcuna regolamentazione riguardo l'inquinamento. La maggior parte di questi trusts possiedono interessi nel mondo bancario, nel mondo delle assicurazioni, nelle industrie agro-alimentari ed in quelle cosmetiche, negli organi di stampa, nelle industrie di fabbricazione di materiale medico, nelle imprese immobiliari ed alberghiere. E' impossibile per un governo controllare le diverse operazioni finanziarie di tali gruppi. Di conseguenza i capitali che da esse provengono sfuggono ad ogni tassazione, poiché i trust hanno la possibilità di spostare grandi quantità di denaro attraverso i loro stessi organismi bancari e finanziari.

Questi trust godono, come sappiamo, della protezione dei loro stati ed alcuni dei loro membri occupano dei posti-chiave in seno ai governi e alle grandi strutture europee. E quindi a questi livelli che occorre smascherare coloro i quali, incaricati di proteggere ambiente e cittadini, sono invece al soldo dei trust.

A proposito di questi interessi finanziari, vi farò notare che i tre principali pilastri dell'industria chimica e farmaceutica mondiale sono svizzeri: Sandoz, Ciba-Geigy, Hoffman-Laroche, e che le banche svizzere li sostengono ed intervengono in diverse operazioni losche con la benedizione dello stato elvetico.

Le partecipazioni delle banche nei Consigli di amministrazione di varie ditte farmaceutiche e chimiche rappresentano una percentuale sorprendente: secondo un rapporto della Università di Zurigo, il censimento dei seggi occupati dagli amministratori e dai direttori delle tre maggiori banche ha dato i seguenti risultati per il periodo 1972-1974:
Union de Banques Suisses: 600 - Société de Banques Suisses: 520 - Crédit Suisse: 510. Ignoro quale possa essere la situazione attuale, ma c'è da pensare che non sia cambiata molto: Riassumendo, constatiamo che le banche controllano i laboratori, i quali controllano le banche, ed una miriade di società diversificate che non hanno niente a che vedere con l'industria farmaceutica.
Quello che succede in Svizzera succede anche negli altri paesi.

L'inquinamento generale dovuto alle imprese chimiche e farmaceutiche è molto più grave di tutte le altre forme di inquinamento visibile. Questo inquinamento è nascosto e subdolo e aggredisce direttamente e violentemente gli organismi viventi.

All'alba del XXI secolo, abbiamo il diritto di fare le seguenti constatazioni:
I commercianti di prodotti chimici hanno provocato un inquinamento spaventoso della terra, dell'aria, dell'acqua, delle piante, degli animali e degli esseri umani attraverso alimenti e farmaci.
Il corpo medico ha la pesante responsabilità di partecipare da parte sua ad un inquinamento particolare che colpisce direttamente gli esseri umani. I laboratori per ragioni di profitto inondano il mercato di prodotti la cui non tossicità non è formalmente dimostrata o la cui tossicità è evidente. La regolamentazione europea per gli additivi alimentari è irreale e lassista rispetto alla regolamentazione americana della Food and Drug Administration, in quanto sono autorizzati additivi la cui innocuità non è stata verificata.

Sappiate, per esempio che esistono 2067 aromi autorizzati e non; di cui 845 sono degli aromi naturali, 1222 degli aromi artificiali e su questi aromi artificiali solamente 692 sono autorizzati (284 in ammissione prowisoria e mentre 246 non sono autorizzati). Nessuna legislazione europea li regolamenta.

Sui 284 aromi artificiali provvisoriamente autorizzati dalla legislazione francese, 144 non sono autorizzati dalla legislazione americana e solamente 63 sono stati oggetto di uno studio per determinare la dose-limite tossica.

La situazione è praticamente identica per quanto riguarda i conservanti, i coloranti, gli emulsionanti, gli stabilizzanti, gli addensanti, i gelificanti.
E ancora ci stupiamo quando veniamo a sapere che certe molecole si fissano sugli acidi nucleici e provocano il cancro.

Questa situazione non è più tollerabile ed i ministri europei dovrebbero prendere coscienza che proteggere l'ambiente non è soltanto preoccuparsi dello stato di ozono, degli, strati verdi, della qualità dell'acqua potabile, della deforestazione e della tutela delle specie animali.

 


mandato da Ivan Ingrilli il Martedì Settembre 30 2003
aggiornato il Sabato Settembre 24 2005

URL of this article:
http://www.newmediaexplorer.org/ivaningrilli/2003/09/30/linquinamento_farmacologlco.htm

 


Related Articles

Uranio impoverito meglio del Viagra
di Sara Flounders (tradotto da Marco Fiocco per Nuovi Mondi Media)Il numero di veterani invalidi è incredibilmente alto. La maggior parte di essi sono nel pieno dei trent’anni e dovrebbero godere di ottima salute. Prima di inviare le truppe nel Golfo, l’esercito aveva già scartato quelli con problemi di asma, diabete, problemi cardiaci, cancro e difetti di nascita. L’associazione dei veterani americani della guerra del golfo (AGWVA) riferisce che i... [continua a leggere]
Settembre 3, 2003 - Ivan Ingrilli

Anidrite Carbonica, Bush: inquinamento? Marlboro!
di Andrew Gumbel (tradotto da Barbara Cantelli per Nuovi Mondi Media)L’Amministrazione Bush ha decretato che l’anidride carbonica emessa dalle industrie, causa principale del riscaldamento globale, non è inquinante.[Quando ci libereremo di questi cialtroni criminali che sostengono di proteggere la nostra salute, sicurezza, "democraxia" e liberta'? non ne abbiamo ancora abbastanza? Quante umiliazioni il nostro intelletto dovra' subire ancora per riscattare la sua dignita'? Parliamo di conseguenze globali che riguardano... [continua a leggere]
Settembre 3, 2003 - Ivan Ingrilli

Fluoro: controllo mentale delle masse.
Uno studio pubblicato in questi giorni parla della diminuizione del QI nei bambini relativo all'assunzione di fluoro. Di seguito un bellissimo articolo riportante alcuni dati storici e i prodotti nella quale viene impiegato il fluoro: ponete attenzione per QUALI prodotti viene utilizzato e soprattutto per il tipo di UTILIZZO che hanno tali prodotti. Chi ci guadagna dal mito del fluoro? Spunta di nuovo la IG-FARBEN, che rientri tutto nel grande... [continua a leggere]
Agosto 30, 2003 - Ivan Ingrilli

 

 

 


Readers' Comments

Post a comment















Security code:




Please enter the security code displayed on the above grid


Due to our anti-spamming policy the comments you are posting will show up online within few hours from the posting time.



 

Il Corpo E' L'Arco, La Mente E' La Freccia, TU Sei Il Bersaglio

 

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons License.

Questo sito contiene idee, fatti e ricerche scientifiche controverse che potrebbero essere offensive per alcune persone ben educate. E' suggerita la supervisione dei genitori.
Gli scritti hanno solamente un intento informativo ed educativo. Consultare il proprio medico prima di utilizzare qualsiasi informazione trovata su questo sito. Qualsiasi materiale sotto copyright viene utilizzato senza nessun fine commerciale. Prosit. Amen.

 

524






 


Most Popular Articles

Beppe Grillo: "Disastro Italia"

Mito del Colesterolo: Nuove Linee Guida, Vecchia Propaganda Farmaceutica

Teflon: C8, PFOA uno dei tanti derivati del Fluoro

Ascorbato di potassio, studi e ricerche

Il mito del colesterolo: cosa causa infarti e cardiopatie?


Articoli pi¨ recenti

Cina: 100 milioni soffrono la carenza di Iodio...

Chi fermera' l'egemonia delle case farmaceutiche e il controllo su scienza e salute?

Teflon: C8, PFOA uno dei tanti derivati del Fluoro

Statine, statine e ancora statine per ogni problema: l'industria farmaceutica dell'inganno

Mito del Colesterolo: Nuove Linee Guida, Vecchia Propaganda Farmaceutica


Archive of all articles on this site


Most recent comments

Alternative Medicine Message Boards

P2: Licio Gelli e Propaganda 2

Quei matti fritti con l'elettroshock...

Dr. Eugene Mallove: assassinato pioniere della Fusione Fredda

Alternative Medicine Message Boards

 

Candida International

What Does MHRA Stand For??

Bono and Bush Party without Koch: AIDS Industry Makes a Mockery of Medical Science

Profit as Usual and to Hell with the Risks: Media Urge that Young Girls Receive Mandatory Cervical Cancer Vaccine

 

Health Supreme

Multiple sclerosis is Lyme disease: Anatomy of a cover-up

Chromotherapy in Cancer

Inclined Bed Therapy: Tilt your bed for healthful sleep

 

Share The Wealth

Artificial Water Fluoridation: Off To A Poor Start / Fluoride Injures The Newborn

Drinking Water Fluoridation is Genotoxic & Teratogenic

Democracy At Work? - PPM On Fluoride

"Evidence Be Damned...Patient Outcome Is Irrelevant" - From Helke

Why Remove Fluoride From Phosphate Rock To Make Fertilizer

 

Consensus

Islanda, quando il popolo sconfigge l'economia globale.

Il Giorno Fuori dal Tempo, Il significato energetico del 25 luglio

Rinaldo Lampis: L'uso Cosciente delle Energie

Attivazione nei Colli Euganei (PD) della Piramide di Luce

Contatti con gli Abitanti Invisibili della Natura

 

Diary of a Knowledge Broker

Giving It Away, Making Money

Greenhouses That Change the World

Cycles of Communication and Collaboration

What Is an "Integrated Solution"?

Thoughts about Value-Add