Grillo Parlante by Ivan Ingrilli

Libertà Di Scelta Per La Propria Salute

Libertà Di Scelta Per La Propria Salute

Grillo Parlante

Informazioni on-line

Site Map

Ambiente

Dietro AIDS e SARS

Globalizzazione e lobbying

Liberta' di cura

Medicine Naturali e Alternative

Personaggi e Tecnologie

Veleni chimici farmaceutici

Zen&art


Archivio articoli

 

Cosa leggo, link, collaborazioni:

  GIU' LE MANI DAI BAMBINI!
  Dr. L. Pauling Therapy
  The cure for Heart disease
  Ring Salute Mentale
  Dr. Joseph Mercola
  Natural Therapies for Chronic Illness
  Bolen Report
  Progetto MEG
  Complessita'
  Cancure.org
  Medicinenon
  VIVISECTION STOP
  AEPSI
  Oss. Ita. Salute Mentale
  Psicodiessea
  Naturmedica
  Vaccinetwork
  Federazione Comilva
  Mental Healt Project
  Rocco Manzi e Tiziana Maselli
  Shirley's Cafe
  La Nuova Medicina del Dr. Ryke Geerd Hamer
  European Consumers
  Thedoctorwithin
  Living Nutrition Magazine
  Institute for Science in Society
  Free Yurko Project
  NO MORE FAKE NEWS
  Un Sacco di Canapa
  Wikipedia - free encyclopedia
  Domenico De Simone
  Open Economy
  Afimo
  PR WATCH ! ! !
  Doctoryourself
  Informationguerrilla
  Nuovi Mondi Media
  Antipredazione Organi
  SUMERIA
  Consumers for health choice
  The health freedom movement
  STOP Codex Alimentarius
  The International Council for Health Freedom
  The Coalition for Natural Health
  Citizen Voice
  National Health Federation
  MayDay
  Dr. Anthony Rees
  CBG Network
  A Capo!
  Disinformazione
  Friends of Freedom
  Voglia di Terra
  Genitori contro autismo
  Safe minds
  Dr. Breggin
  Polaris Institute
  WHALE
  Rex Research
Dr. Rath
Horowitz
Hulda Clark
Life Extension
Lawrence Lessig
Howard Rheingold
Nexus Magazine:
La Leva di Archimede
VirusMyth
La Cosmica
SARS
What Really Happened

 

Communication Agents:

 


Ottobre 14, 2003

Armi chimiche, guerra psicologica e Narcodemocraxia

 

 

Categories
Le nuove armi e la narcodemocrazia
di Maurizio Blondet, da http://www.effedieffe.com

Nel 1920 il colonnello britannico J.F.C. Fuller, reduce dalla Grande Guerra, previde l'avvento di armi di un tipo assolutamente nuovo. "Sistemi bellici senza fuoco", che avrebbero rimpiazzato i cannoni, i cingolati e gli esplosivi, e che avrebbero reso la guerra infinitamente più umiliante per l'uomo: "I metodi [puramente meccanici o chimici] con cui in guerra un soldato impone la sua volontà al soldato nemico saranno sostituiti da mezzi bellici completamente psichici. Non ci sarà più un campo di battaglia, né le armi saranno usate, né si perseguirà la distruzione di vite o di arti; al loro posto, si perseguirà la degradazione della ragione umana, l'offuscamento dell'umano intelletto, e la disintegrazione della vita morale e spirituale di una nazione. Così, per influenza, la volontà di un uomo sull'altro vincerà" (1)

Nel 1932, ormai maggior generale, Fuller tornò sul tema, ma in termini meno teorici. Nell'esporre il fallimento dello "scontro di materiali bellici" cui aveva assistito durante la Grande Guerra, aggiunse: "Tuttavia, l'enorme domanda di ogni tipo di munizioni rivelò chiaramente agli Stati Maggiori alleati il fondamento economico del conflitto. E questo era così visibile, che gli Stati Maggiori non tardarono a capire che, se fosse stata stroncata la fornitura di cibo del nemico, le fondamenta della nazione ostile sarebbero state minate, e con esse la volontà di resistere, sì che le sue forze militari sarebbero state paralizzate. Così [...] essendo fallito lo scontro di materiali, si diede luogo ad operazioni di devastazione delle coltivazioni. Per rendere possibile questa forma di guerra, la più barbara, gli Alleati perseguirono l'accerchiamento degli Imperi Centrali per ottenerne la resa per mezzo della fame. L'aggressione non si sferrava più contro i soldati del nemico, ma contro i suoi malati e i suoi poveri; non più contro gli uomini, ma contro donne e bambini. L'aggressione economica è senza dubbio la più brutale di tutte, perché non solo uccide ma invalida, e invalida più di una generazione. Tramutare uomini, donne e bambini in animali famelici significa colpire direttamente ciò che chiamiamo civiltà" (2)

E più oltre, a proposito delle "armi d'attacco morale": "In tutta la storia il tradimento si è rivelato in sé un'arma potente. Nella guerra mondiale si provò a conseguire il tradimento attraverso la propaganda: i giornali dei contendenti hanno estratto luridume dalle viscere delle loro rispettive Fleet Streets [la strada dove sorgono le sedi dei giornali britannici] per schizzarlo sui paesi nemici. Ogni senso di giustizia fu messo da parte. Più oltraggiosa la menzogna, più si credette potente...Nessun governo sembrò comprendere che l'aggressione attraverso la menzogna minava il suo proprio futuro". Nel 1961, Fuller - adesso generale - esaminò ancora il problema nel suo ultimo libro, The Conduct of War, 1789-1961, che aveva come sottotitolo "La conseguenze sulla guerra delle rivoluzioni francese, industriale e sovietica".

Ancora una volta mise in guardia dall'avvento di "guerre neo-tribali", di guerre "di massa", "senza limiti", che vedeva avanzare ineluttabili. Egli additò nel conflitto di tipo rivoluzionario la legittimazione di una "guerra totale": che sferrava l'attacco non solo con eserciti, ma con l'eversione interna dei costumi e dei valori del nemico - come appunto stava facendo l'Unione Sovietica - cui lui, il generale, si dichiarava profondamente contrario. Questo tipo di guerra avrebbe distrutto, diceva, i fondamenti della civiltà umana, di ogni cultura spiritualmente degna: un danno assai peggiore, e infinitamente più irrimediabile, dei disastri fisici prodotti dai bombardamenti. Questo tipo di guerra è oggi fra noi, e le sue nuove armi vengono già sviluppate, e portate ai loro estremi limiti logici e strategici. Due colonnelli dell'Armata Popolare Cinese, Qiao Liang e Wang Xiangsui, nel febbraio 1999 hanno redatto un saggi dal titolo "Guerra Senza Limiti", che si sofferma sull'opportunità per la Cina, confrontata alla superpotenza militare Usa, di adottare "forme non militari di guerra" come l'infiltrazione elettronica dei database del nemico, il sabotaggio Internet, la disorganizzazione delle comunicazioni di ogni tipo, il bio-terrorismo. Questo libro, immediatamente tradotto dalla Cia (3), è stato molto letto negli ambienti militari americani, per apprenderne bene le lezioni.
Non che in Usa il libro cinese abbia sorpreso. Da tempo ormai gli strateghi professionali americani stanno esaminando il problema della "nuova" guerra. Sotto formule orwellianamente miti, come lo sviluppo di "armi non letali" o "la ciber-organizzazione della guerra" o "intelligence in tempo reale" si nascondono concetti meno innocui. Un generale, Peter Schoomaker, che guida lo Special Operation Command, ha parlato apertamente di "fusione tra guerra e criminalità". Un altro colonnello di nome William Osborne ha sottolineato la realizzabilità di "soldati cibernetici": impiantando nel cervello dei militari di linea appositi microchips che forniscano ai comandi "intelligence in tempo reale" e guidino l'azione del combattente robotizzato "Stiamo già evolvendo verso questo impianto tecnologico. La popolazione civile accetterà impianti di microchips che miglioreranno la capacità dei soldati di difendere gli interessi nazionali" (4).
Ralph Peters, un consigliere strategico esperto dell'Asia Centrale, ha scritto: "La più grande opportunità e il più grande pericolo verrà dallo sviluppo di armi di controllo del comportamento nel secolo venturo [il ventunesimo, l'attuale]. Nella loro forma perfetta, esse altereranno in modo permanente la percezione e le convinzioni degli uomini". Si tratta di un vasto arsenale di mezzi "neurotropici, psicofarmacologici e psicotropici" che, apprendiamo, è in febbrile sviluppo o già disponibile. Taluni di questi mezzi chimici o farmacologici si configurano come "armi" nel senso tradizionale, miranti ad uccidere i nemici: sono le biotossine come il botulinum e della safarotossina, potenti veleni prodotti da microrganismi, "fra i più squisitamente letali veleni conosciuti", "a certe condizioni anche centomila volte più tossici degli agenti nervini" (5).

Sono le tabotossine, ossia veleni ricavati da piante: la scienziata irachena che sovrintendeva alle ricerche di guerra chimica di Saddam Hussein s'era laureata con una tesi sulla patologia vegetale, e specificamente sulle tabotossine, presso la East Anglia University, famoso istituto agricolo britannico. E ci sono "i nuovi neuropeptidi" che agiscono direttamente sul cervello: alterando la reazione immunitaria per interferenza sul fine sistema neuro-endocrino, come l'encefalina, o interferendo sui neurotrasmettitori, da cui dipende l'uso volontario e involontario dei muscoli. Così, in certi studi appare una misteriosa "sostanza P" che "in combinazione con la tiorfina si è dimostrata altamente tossica con effetti dannosi sulla respirazione" (6). Possibile arma biologica di cui si è studiata la diffusione per aerosol, questa combinazione s'è comprovata fino a mille volte più efficace dei nervini Sarin, Soman e VX. Ma proprio fra i neuropeptidi si cercano le promettenti sostanze capaci non di uccidere, ma di alterare il comportamento degli avversari.

"L'insidiosa natura di queste armi", scrive il già citato Peters (7), "farà sì che la vittima non solo non saprà che cosa l'ha colpita, ma non capirà di essere stata colpita affatto". Per esempio, il soldato nemico "perderà ogni desiderio di combattere e di colpo guarderà a noi in modo amichevole e collaborativo". A quanto pare, non si tratta di elucubrazioni fantascientifiche. "La sola cosa di cui sono certo sulla prossima rivoluzione dell'armamento è che essa implicherà forme di controllo del comportamento e di intrusione mentale. Attaccare il corpo umano è stato un modo inefficiente e fallibile di condurre la guerra. Colpire la mente sarà il culmine della storia militare". Peter riconosce che questo campo di ricerca, che mira ad "alterare in modo permanente la percezione di individui o di intere culture" ci prepara un futuro "mostruoso". Riconosce che "uccidere un uomo è più umano che interferire sulla sua libera volontà". Ma "queste armi stanno arrivando, ne siamo assolutamente certi. E' una tecnologia che dobbiamo prima dominare, e poi proibire [sic]. Altrimenti, l'Armageddon verrà non sotto forma di una pioggia di fuoco, ma come silenziosa suggestione". Secondo lui, è già in atto l'integrazione fra "neurobiologia, antropologia, comunicazione, ingegneria digitale, marketing" che partorirà le armi comportamentali. Sono "le armi inevitabili" del prossimo futuro. E nulla garantisce che il loro uso sarà limitato al nemico esterno.

Proprio quando il generale Fuller pubblicava il suo ultimo libro (The Conduct of War", 1961), Aldous Huxley, scienziato politico, alto dirigente dell'Onu, nonché sperimentatore in proprio di allucinogeni come mescalina e Lsd, dichiarava: "Nella prossima generazione o poco più tardi disporremo di mezzi farmacologici per far sì che la gente ami la propria servitù. Sarà, per così dire, una dittatura senza lacrime, che chiuderà in un campo di concentramento indolore società intere. Il popolo si vedrà privato delle sue libertà ma non gli dispiacerà, perché sarà distratto da ogni voglia di ribellione con la propaganda, col lavaggi del cervello, o con un lavaggio del cervello assistito da metodi farmacologici".

Anche Fuller in quello stesso 1961 metteva in guardia contro la nascita, ormai imminente, di "narco-democrazie", "narco-socialismi" o "collettivismi terapeutici". Ma già tre secoli prima Goethe temette l'avvento dello "Stato Ospedale": quello che, con il pretesto di garantire in ogni momento la nostra salute e di liberarci dei rischi della vita, ci avrebbe privato dei piaceri, e poi ci avrebbe reso schiavi per scopi sanitari. Guardatevi attorno: tutte le condizioni culturali e psicologiche per l'avvento dello Stato Ospedale sono già presenti.

Intere società reclamano contro il fumo, esigono sicurezze assolute e assistenza sanitaria totale, vogliono e pretendono l'abolizione del dolore, l'allontanamento della morte, l'eterna giovinezza gestita dalla chirurgia plastica, l'abbondanza senza eclissi, il sesso senza rischio. La felicità zoologica comincia ad esserci assicurata dalla pubblicità, da prodotti del mercato, da burocrazie che hanno sostituito la politica con la terapeutica (8). Già scivoliamo, contenti, nella narcodemocrazia. Lo spazio è già preparato per le spaventose "nuove armi" neurofarmacologiche e comportamentali. Manca solo che esse siano benignamente utilizzate "a scopi di pace" su di noi, per il nostro "bene".
di Maurizio Blondet

NOTE

1) J.F.C. Fuller, Tanks in the Great War, 1914-1918, Londra 1920, p. 320.
2) J.F.C. Fuller, War and Western Civilization, 1832-1932: a Study of War as a Political Instrument and the Expression of Mass Democracy (Londra 1932, p.228-30).
3) Col titolo "No-limits Warfare, Ideas on War and Methods of War in the Globalization Era".
4) Lt. Colonel William B. Osborne, Information Technology, a New War-Fighting Capability, 1996.
5) Murray Hamilton, "Toxins: the Emerging Threat", sulla Applied Science and Analysis Newsletter, 26 giugno 1998.
6) B.L. Koch "Inhalation of Substance P and Thiorphin: Acute Toxicity and Effects on Respiration in Conscious Guinea Pigs", Journal of Applied Toxicology, Vol. 19, 1999, p. 19-23. La Sostanza P viene definita come "neuropetide attivo, neurotrasmettitore e neuromodulatore, presente a agente ad ogni livello del sistema nervoso". Dunque una sostanza naturale e necessaria. E' la sua somministrazione in quantità eccessive a produrre spaventosi effetti, alla fine letali.
7) Ralph Peters, Fighting for the Future: Will America Triumph?, Mechanicsburg (PA), 1999, p. 207.
8) Così, ad esempio, mentre viene rigettata coralmente la pena di morte giudiziaria, è legalizzata - o in via di legalizzazione - la morte inflitta a scopi terapeutici: l'aborto e l'eutanasia.

Altri riferimenti:
fluoro
aspartame

 


mandato da Ivan Ingrilli il Martedì Ottobre 14 2003
aggiornato il Sabato Settembre 24 2005

URL of this article:
http://www.newmediaexplorer.org/ivaningrilli/2003/10/14/armi_chimiche_guerra_psicologica_e_narcodemocraxia.htm

 


Related Articles

La guerra degli OGM
Oggi, in Piemonte, eliminati altri 18 ettari di mais transgenico. Il pm Guariniello: "Biotech, danoso il via libera europeo" Ogm, è guerra dei ricorsi contro la distruzione dei campi Ma il ministro Alemanno avverte che dall'anno prossimo saranno aperte delle coltivazioni legali anche in Italia Un articolo di Paolo Griseri... [continua a leggere]
Luglio 14, 2003 - Ivan Ingrilli

Le bugie di Bush e Blair
Tempesta su Bush e Blair «Uranio dal Niger per Saddam», ma il dossier era falso: i democratici Usa chiedono un'inchiesta, a Londra il premier costretto a difendersi. Intanto in Iraq uccisi altri tre marines Infuriano le polemiche negli Stati uniti e in Gran Bretagna sulle motivazioni della guerra contro l'Iraq. Dopo le ammissioni della Casa bianca sul falso rapporto relativo all'uranio di Saddam Hussein, i democratici chiedono la convocazione... [continua a leggere]
Luglio 11, 2003 - Ivan Ingrilli

L'amministrazione Bush e le indagini della commissione.
La commissione bipartisan, incaricata di verificare se a seguito dell'attentato delle 2 torri, l'amministrazione Bush avesse compiuto abusi, ha tenuto ieri una conferenza stampa. Il portavoce repubblicano denuncia la difficoltà di indagare sugli abusi anche manifesti, seguiti all'attentato. In particolare sottolinea come la commissione reperisca con enormi difficoltà la documentazione richiesta e come la pretesa dell'amministrazione Bush di effettuare gli interrogatori dei funzionari solo se affiancati da membri dell'amministrazione stessa,... [continua a leggere]
Luglio 11, 2003 - Ivan Ingrilli

 

 

 


Readers' Comments

Post a comment















Security code:




Please enter the security code displayed on the above grid


Due to our anti-spamming policy the comments you are posting will show up online within few hours from the posting time.



 

Il Corpo E' L'Arco, La Mente E' La Freccia, TU Sei Il Bersaglio

 

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons License.

Questo sito contiene idee, fatti e ricerche scientifiche controverse che potrebbero essere offensive per alcune persone ben educate. E' suggerita la supervisione dei genitori.
Gli scritti hanno solamente un intento informativo ed educativo. Consultare il proprio medico prima di utilizzare qualsiasi informazione trovata su questo sito. Qualsiasi materiale sotto copyright viene utilizzato senza nessun fine commerciale. Prosit. Amen.

 

571






 


Most Popular Articles

Beppe Grillo: "Disastro Italia"

Mito del Colesterolo: Nuove Linee Guida, Vecchia Propaganda Farmaceutica

Teflon: C8, PFOA uno dei tanti derivati del Fluoro

Ascorbato di potassio, studi e ricerche

Il mito del colesterolo: cosa causa infarti e cardiopatie?


Articoli pi¨ recenti

Cina: 100 milioni soffrono la carenza di Iodio...

Chi fermera' l'egemonia delle case farmaceutiche e il controllo su scienza e salute?

Teflon: C8, PFOA uno dei tanti derivati del Fluoro

Statine, statine e ancora statine per ogni problema: l'industria farmaceutica dell'inganno

Mito del Colesterolo: Nuove Linee Guida, Vecchia Propaganda Farmaceutica


Archive of all articles on this site


Most recent comments

Alternative Medicine Message Boards

P2: Licio Gelli e Propaganda 2

Quei matti fritti con l'elettroshock...

Dr. Eugene Mallove: assassinato pioniere della Fusione Fredda

Alternative Medicine Message Boards

 

Candida International

What Does MHRA Stand For??

Bono and Bush Party without Koch: AIDS Industry Makes a Mockery of Medical Science

Profit as Usual and to Hell with the Risks: Media Urge that Young Girls Receive Mandatory Cervical Cancer Vaccine

 

Health Supreme

Multiple sclerosis is Lyme disease: Anatomy of a cover-up

Chromotherapy in Cancer

Inclined Bed Therapy: Tilt your bed for healthful sleep

 

Share The Wealth

Artificial Water Fluoridation: Off To A Poor Start / Fluoride Injures The Newborn

Drinking Water Fluoridation is Genotoxic & Teratogenic

Democracy At Work? - PPM On Fluoride

"Evidence Be Damned...Patient Outcome Is Irrelevant" - From Helke

Why Remove Fluoride From Phosphate Rock To Make Fertilizer

 

Consensus

Islanda, quando il popolo sconfigge l'economia globale.

Il Giorno Fuori dal Tempo, Il significato energetico del 25 luglio

Rinaldo Lampis: L'uso Cosciente delle Energie

Attivazione nei Colli Euganei (PD) della Piramide di Luce

Contatti con gli Abitanti Invisibili della Natura

 

Diary of a Knowledge Broker

Giving It Away, Making Money

Greenhouses That Change the World

Cycles of Communication and Collaboration

What Is an "Integrated Solution"?

Thoughts about Value-Add