Grillo Parlante by Ivan Ingrilli

Libertà Di Scelta Per La Propria Salute

Libertà Di Scelta Per La Propria Salute

Grillo Parlante

Informazioni on-line

Site Map

Ambiente

Dietro AIDS e SARS

Globalizzazione e lobbying

Liberta' di cura

Medicine Naturali e Alternative

Personaggi e Tecnologie

Veleni chimici farmaceutici

Zen&art


Archivio articoli

 

Cosa leggo, link, collaborazioni:

  GIU' LE MANI DAI BAMBINI!
  Dr. L. Pauling Therapy
  The cure for Heart disease
  Ring Salute Mentale
  Dr. Joseph Mercola
  Natural Therapies for Chronic Illness
  Bolen Report
  Progetto MEG
  Complessita'
  Cancure.org
  Medicinenon
  VIVISECTION STOP
  AEPSI
  Oss. Ita. Salute Mentale
  Psicodiessea
  Naturmedica
  Vaccinetwork
  Federazione Comilva
  Mental Healt Project
  Rocco Manzi e Tiziana Maselli
  Shirley's Cafe
  La Nuova Medicina del Dr. Ryke Geerd Hamer
  European Consumers
  Thedoctorwithin
  Living Nutrition Magazine
  Institute for Science in Society
  Free Yurko Project
  NO MORE FAKE NEWS
  Un Sacco di Canapa
  Wikipedia - free encyclopedia
  Domenico De Simone
  Open Economy
  Afimo
  PR WATCH ! ! !
  Doctoryourself
  Informationguerrilla
  Nuovi Mondi Media
  Antipredazione Organi
  SUMERIA
  Consumers for health choice
  The health freedom movement
  STOP Codex Alimentarius
  The International Council for Health Freedom
  The Coalition for Natural Health
  Citizen Voice
  National Health Federation
  MayDay
  Dr. Anthony Rees
  CBG Network
  A Capo!
  Disinformazione
  Friends of Freedom
  Voglia di Terra
  Genitori contro autismo
  Safe minds
  Dr. Breggin
  Polaris Institute
  WHALE
  Rex Research
Dr. Rath
Horowitz
Hulda Clark
Life Extension
Lawrence Lessig
Howard Rheingold
Nexus Magazine:
La Leva di Archimede
VirusMyth
La Cosmica
SARS
What Really Happened

 

Communication Agents:

 


Dicembre 15, 2003

Giovanni Monastra: "Maschera e volto" degli OGM

 

 

Categories

Un libro di Giovanni Monastra,biologo ricercatore, saggista, coordinatore scientifico dell'INRAN (Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione - Rm), "Maschera e volto" degli OGM.

.

Questo libro mette in evidenza il fatto che gli OGM siano "progettati" per sviluppare resistenza a certi pesticidi (degli stessi produttori, esattamente come fanno le multinazionali farmaceutiche), per "aumentare" il contenuto nutrizionale e per renderli resistenti ad certe condizioni climatiche e, udite udite, per inserirci dei principi farmacologici... Un libro che deve essere letto da chi vuole conoscere queste tematiche.

O.G.M. : LA MASCHERA E IL VOLTO
Walter Catalano (fonte: airesis)

Giovanni Monastra, “Maschera e volto” degli OGM: Fatti e misfatti degli organismi geneticamente modificati, Settimo Sigillo (tel. 06 39722155), Roma 2002, pagg. 120, €. 10,00

Il dibattito sugli OGM, gli organismi geneticamente modificati, sembra, almeno in apparenza, molto vivo e sentito dai consumatori italiani ed europei e, finché i trionfi bellici dell’imperialismo statunitense - reali o mediaticamente costruiti che siano - ce lo permetteranno, la resistenza e la diffidenza nei confronti di questi prodotti ingegnerizzati resta per fortuna diffusa e generalizzata. Se però approfondissimo il discorso cercando di rilevare l’effettiva cognizione del problema a livello di massa, avremmo probabilmente la sorpresa di constatare quanto poco chiare e precise siano le effettive nozioni a riguardo da parte dell’uomo medio.

Proprio con lo scopo primario di colmare queste lacune e di chiarire molti dubbi giunge un testo informativo e divulgativo, estremamente dettagliato ed esauriente ma scritto con un linguaggio semplice e – per quanto possibile – non specialistico, come questo breve ma denso libro del biologo e scrittore Giovanni Monastra. Da anni impegnato nel campo della ricerca, e componente di importanti commissioni tecnico-scientifiche presso il Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, Monastra è l’autore più indicato a realizzare con successo un’impresa non certo semplice come quella che il volume si propone: non è infatti solo un giornalista o un divulgatore scientifico, ma uno studioso che si è occupato direttamente e professionalmente delle questioni trattate. Il lettore del volume seguendo passo dopo passo il percorso che Monastra delinea, potrà quindi avvalersi, oltre che di informazioni di prima mano, anche della non comune capacità dell’autore di spiegare e sintetizzare, in modo efficace e stimolante, dettagli strettamente tecnici e decisamente ostici indispensabili però per farsi un quadro completo e corretto delle manipolazioni genetiche in campo alimentare.

Un richiamo iniziale a Francesco Bacone e alla sua Nuova Atlantide - opera in cui emerge già pienamente la giustificazione filosofica dell’utopia tecnocratica che, in nome del sovrano potere dell’uomo sulla natura, ha inteso sostituire il naturale con l’artificiale - determina le coordinate di quell’infausta traiettoria che porta alla riduzione della vita a pura materia: “semplice somma casuale di parti, di fatto pensate tra loro indipendenti, parti che nel corso dell’evoluzione si sarebbero meccanicamente connesse a formare una realtà priva di senso e significato, non regolata già dalla sua origine da leggi interne e da vincoli formali e sostanziali”, e alla conseguente “mercificazione generalizzata della vita in sé”. Questo paradigma tecnoscientifico nutrito di artificialismo prometeico e materialismo riduzionista diventa letale una volta associato alla potenza economica dei colossi multinazionali e sostenuto dal braccio armato dei pretoriani statunitensi. Sfatando le chimere imposte all’opinione pubblica da un vero e proprio lavaggio del cervello mediatico, il testo dimostra con esempi molto precisi e offrendo una documentazione ineccepibile, l’inconsistenza dei tre vantaggi competitivi rivendicati dai sostenitori del transgenico rispetto al prodotto agricolo tradizionale: quelli economici (maggiore resistenza, produttività e durabilità del prodotto, miglioramento del suo gusto e dell’aspetto), quelli nutrizionali (accrescimento del suo contenuto nutritivo) e quelli sanitari (aggiunta di sostanze ad azione farmacologica e terapeutica). In realtà la produzione di OGM si rivela come un vero e proprio tiro di dadi che riesce solo con una percentuale di uno su mille con i vegetali e fra il 5 e lo 0,1 % con gli animali. Senza considerare poi l’estrema instabilità di molti organismi transgenici. Chi ha interessi in questo campo si guarda bene dal riconoscerlo ma la produzione di OGM è insicura ed imprecisa nel risultato e fonte di sprechi di risorse economiche e di tempo. Inoltre una volta aperto il vaso di Pandora non si potrà più tornare indietro: “Infatti, a differenza degli inquinanti chimici e degli stessi farmaci rivelatisi pericolosi, le piante transgeniche […] hanno la caratteristica, al pari di tutti i viventi, di riprodursi in modo autonomo, indipendente dall’azione dell’uomo. In altre parole, una volta iniziate le coltivazioni di OGM in campo aperto, cioè nelle condizioni analoghe a quelle di tutte le piante convenzionali, cioè naturali, è impossibile porre un limite alla loro diffusione nell’ambiente e nel ciclo alimentare”. Dimostrati i danni ambientali ed evidenziata la sicurezza “molto dubbia” degli OGM riguardo alla salute dei consumatori, viene infine smascherata l’impostura riguardo ai loro aspetti economici. La presunta soluzione del problema della fame nei “paesi in via di sviluppo” resta il paravento preferito dai paladini dell’OGM per nascondere la losca intenzione di diffondere sementi “brevettate” e “a tempo” che costringano i coltivatori – sviluppati o in via di sviluppo – ad acquistare ogni anno nuove sementi o sostanze attivanti senza le quali queste non possono più germogliare, rendendosi così interamente dipendenti dalle multinazionali del transgenico e perdendo ogni autonomia imprenditoriale e libertà dal controllo generalizzato sulla produzione e la distribuzione alimentare da parte delle aziende biotech.

I fautori principali di questo devastante bricolage da apprendisti stregoni sono naturalmente gli USA, che fra un bombardamento e l’altro in nome della libertà e della democrazia, non sono ancora riusciti ad imporre all’Europa la contaminazione definitiva del suo territorio con le coltivazioni a brevetto multinazionale che infestano ormai buona parte delle altre colonie dell’impero. Monastra però individua un particolare meno noto e meno pubblicizzato: anche la Cuba di Fidel Castro – ultimo paese modello di resistenza anticapitalista – ha investito ampiamente le scarse risorse disponibili nelle biotecnologie applicate alla produzione locale. Si può forse comprendere l’illusione cubana di potersi sottrarre allo strangolamento economico imposto dall’embargo statunitense grazie agli OGM, ma certo non si può giustificare l’adeguamento alla stessa logica predace e pericolosa degli Yankees da parte di un paese le cui icone politiche sono considerate, a torto o a ragione, come i simboli principali della resistenza antiamericanista nel mondo e Monastra denuncia giustamente questa evidente contraddizione che sembra sfuggire a molti militanti no global.

E’ forse utile puntualizzare in conclusione come l’ispirazione evoliana del titolo ed il richiamo da parte dell’autore ad un “paradigma olista e sistemico” – aspetti che hanno suscitato qualche sferzata polemica in alcuni ambienti politicamente trasversali - non impongano mai nello svolgimento del tema luoghi comuni o chiusure aprioristiche di stampo tradizionalista: Monastra – ricercatore scientifico egli stesso – non potrebbe avversare scienza e tecnologia in assoluto ma solo la loro degradazione spericolatamente faustiana e il loro asservimento alle logiche utilitaristiche di un’economia impazzita.

A questo proposito l’autore, non limitando la sua attività alla ricerca di laboratorio e alla saggistica, si è impegnato anche nella costituzione del Consiglio dei diritti genetici (CdG), istituzione composta da scienziati e ricercatori, filosofi e teologi, umanisti e operatori sociali, giuristi e pensatori laici e cattolici, che intende porsi come autorità morale, culturale e scientifica indipendente ricercando e informando i cittadini sulle conseguenze dell'ingegneria genetica in tutti i campi. Il Cdg ha promosso un appello contro la diffusione degli Ogm che ha raccolto un’amplissima adesione da parte di intellettuali appartenenti alle più diverse aree politiche e culturali: al di là delle differenze ideologiche personaggi come Capanna e Cacciari, Cardini e Tarchi, Fondi e Sermonti, hanno testimoniato un’identica e sincera preoccupazione nei confronti della sregolata diffusione delle biotecnologie.

L’appello, che è tuttora sottoscrivibile al sito http://www.consigliodirittigenetici.org sfata fra l’altro l’abusato e strumentale clichè che vuole gli intellettuali e gli edotti compattamente favorevoli alle modificazioni genetiche e gli sprovveduti e i profani aprioristicamente contrari: la consolante quantità di scienziati ed economisti che hanno sottoscritto il manifesto dovrebbe bastare da sola a dimostrare l’infondatezza di questa maldestra fola propagandistica.

Altri Riferimenti:

La guerra degli OGM
Oggi, in Piemonte, eliminati altri 18 ettari di mais transgenico. Il pm Guariniello: "Biotech, danoso il via libera europeo" Ogm, è guerra dei ricorsi contro la distruzione dei campi Ma il ministro Alemanno avverte che dall'anno prossimo saranno aperte delle...

Le multinazionali degli OGM
L'accusa è di frode in commercio. Avrebbero venduto sementi modificate geneticamente senza specificarlo in etichetta Ogm, avvisi di garanzia a dieci multinazionali Nessuna conseguenza per i coltivatori tratti in inganno dai produttori [Sono sempre loro, finanziano ricerche per "assicurare la...

Vaticano modificato geneticamente
Ancora la scienza che esulta per gli Ogm come soluzione per la fame del mondo... il mondo dei brevetti forse e di chi godra' dei vantaggi delle conseguenze dell'ecosistema e della salute umana. Ricordatevi delle Seed Bank! Un grazie da...

Ogm, Usa chiedono a Wto di intervenire contro Ue
Ecco cosa intendono per libero mercato... la globalizzazione. Obbligati all'utilizzo degli OGM, come se non gli bastasse gia' il fatto che li vendono senza adeguate segnalazioni in etichetta. Quasi il totale della soia e' transgenico ed essendo un emulsionante si...

Ogm: studio choc dagli Usa
Ogm: studio choc dagli Usa di Paul Ricard (redazione@vita.it) 04/09/2003 Uno studioso americano denuncia i pericoli degli Ogm, un centinaio di persone sono morte e tra 5.000 e 10.000 si sono ammalate...

WTO, OGM: giu' le mani dal nostro cibo
BITE BACK: WTO GIU' LE MANI DAL NOSTRO CIBO!!Giu' le mani da Madre NaturaFirma la protesta popolare contro il WTOLe multinazionali del Biotech hanno investito trilioni di dollari per la produzione di alimenti geneticamente manipolati (OGM) di cui nessuno ha...

Monsanto: Ogm e agenti chimici
Storia della MonsantoTratto dal libro: «Transgenico NO», MalatemporaFonte: disinformazione.itLa chiamano la Microsoft del transgenico, del biotec, ma lei non dovrebbe essere divisa in due o tre, dovrebbe essere spazzata via, messa in condizione di non fare danni spaventosi, come ha...

OGM: studio inglese conferma il danno ambientale
Roma, 16/10/03 Uno studio pubblicato oggi dal Governo inglese, attraverso la UK Royal Society, dopo tre anni di ricerche, conferma, le denunce di Greenpeace sulla pericolosita' degli Ogm per l'ambiente. I risultati degli esperimenti svolti su coltivazioni Ogm mostrano chiaramente...

Ogm: ambiente, l'impatto sulla biodiversita' e' negativo
Gli ogm fanno male all’ambiente«The Independent» - tratto da «Internazionale» 511, 24 ottobre 2003La prima, grande sperimentazione compiuta sulle coltivazioni transgeniche parla chiaro: l’impatto sulla biodiversità è negativo. Il commento dell’Independent.I risultati delle coltivazioni sperimentali di ogm (organismi geneticamente modificati)...

OGM: Il Vaticano al servizio delle multinazionali del transgenico
NO, IN PERICOLO L’AGRICOLTURA BIOLOGICAdi GIORGIO CELLIIL VATICANO affronta oggi il problema degli organismi geneticamente modificati. Ma l’Unione europea si è già mossa su questo terreno. Il Parlamento europeo, nell’ultima seduta di Strasburgo prima dell’estate, ha deciso che l’agricoltura biologica...

Bivings Group e marketing virale: L'OGM che parla per le multinazionali
Propaganda Rulez, OLE'!Ecco come fanno le grandi multinazionali a far accettare, pian piano e con il tempo, loro politiche. Si affidano a societa' PR, che appaiono "libere ed indipendenti" (non sempre, per fortuna - Vedi sito PR Watch), per la...


 


mandato da Ivan Ingrilli il Lunedì Dicembre 15 2003
aggiornato il Sabato Settembre 24 2005

URL of this article:
http://www.newmediaexplorer.org/ivaningrilli/2003/12/15/giovanni_monastra_maschera_e_volto_degli_ogm.htm

 


Related Articles

Uranio impoverito meglio del Viagra
di Sara Flounders (tradotto da Marco Fiocco per Nuovi Mondi Media)Il numero di veterani invalidi è incredibilmente alto. La maggior parte di essi sono nel pieno dei trent’anni e dovrebbero godere di ottima salute. Prima di inviare le truppe nel Golfo, l’esercito aveva già scartato quelli con problemi di asma, diabete, problemi cardiaci, cancro e difetti di nascita. L’associazione dei veterani americani della guerra del golfo (AGWVA) riferisce che i... [continua a leggere]
Settembre 3, 2003 - Ivan Ingrilli

Anidrite Carbonica, Bush: inquinamento? Marlboro!
di Andrew Gumbel (tradotto da Barbara Cantelli per Nuovi Mondi Media)L’Amministrazione Bush ha decretato che l’anidride carbonica emessa dalle industrie, causa principale del riscaldamento globale, non è inquinante.[Quando ci libereremo di questi cialtroni criminali che sostengono di proteggere la nostra salute, sicurezza, "democraxia" e liberta'? non ne abbiamo ancora abbastanza? Quante umiliazioni il nostro intelletto dovra' subire ancora per riscattare la sua dignita'? Parliamo di conseguenze globali che riguardano... [continua a leggere]
Settembre 3, 2003 - Ivan Ingrilli

Fluoro: controllo mentale delle masse.
Uno studio pubblicato in questi giorni parla della diminuizione del QI nei bambini relativo all'assunzione di fluoro. Di seguito un bellissimo articolo riportante alcuni dati storici e i prodotti nella quale viene impiegato il fluoro: ponete attenzione per QUALI prodotti viene utilizzato e soprattutto per il tipo di UTILIZZO che hanno tali prodotti. Chi ci guadagna dal mito del fluoro? Spunta di nuovo la IG-FARBEN, che rientri tutto nel grande... [continua a leggere]
Agosto 30, 2003 - Ivan Ingrilli

 

 

 


Readers' Comments

Post a comment















Security code:




Please enter the security code displayed on the above grid


Due to our anti-spamming policy the comments you are posting will show up online within few hours from the posting time.



 

Il Corpo E' L'Arco, La Mente E' La Freccia, TU Sei Il Bersaglio

 

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons License.

Questo sito contiene idee, fatti e ricerche scientifiche controverse che potrebbero essere offensive per alcune persone ben educate. E' suggerita la supervisione dei genitori.
Gli scritti hanno solamente un intento informativo ed educativo. Consultare il proprio medico prima di utilizzare qualsiasi informazione trovata su questo sito. Qualsiasi materiale sotto copyright viene utilizzato senza nessun fine commerciale. Prosit. Amen.

 

813






 


Most Popular Articles

Beppe Grillo: "Disastro Italia"

Mito del Colesterolo: Nuove Linee Guida, Vecchia Propaganda Farmaceutica

Teflon: C8, PFOA uno dei tanti derivati del Fluoro

Ascorbato di potassio, studi e ricerche

Il mito del colesterolo: cosa causa infarti e cardiopatie?


Articoli pi recenti

Cina: 100 milioni soffrono la carenza di Iodio...

Chi fermera' l'egemonia delle case farmaceutiche e il controllo su scienza e salute?

Teflon: C8, PFOA uno dei tanti derivati del Fluoro

Statine, statine e ancora statine per ogni problema: l'industria farmaceutica dell'inganno

Mito del Colesterolo: Nuove Linee Guida, Vecchia Propaganda Farmaceutica


Archive of all articles on this site


Most recent comments

Alternative Medicine Message Boards

P2: Licio Gelli e Propaganda 2

Quei matti fritti con l'elettroshock...

Dr. Eugene Mallove: assassinato pioniere della Fusione Fredda

Alternative Medicine Message Boards

 

Candida International

What Does MHRA Stand For??

Bono and Bush Party without Koch: AIDS Industry Makes a Mockery of Medical Science

Profit as Usual and to Hell with the Risks: Media Urge that Young Girls Receive Mandatory Cervical Cancer Vaccine

 

Health Supreme

Multiple sclerosis is Lyme disease: Anatomy of a cover-up

Chromotherapy in Cancer

Inclined Bed Therapy: Tilt your bed for healthful sleep

 

Share The Wealth

Artificial Water Fluoridation: Off To A Poor Start / Fluoride Injures The Newborn

Drinking Water Fluoridation is Genotoxic & Teratogenic

Democracy At Work? - PPM On Fluoride

"Evidence Be Damned...Patient Outcome Is Irrelevant" - From Helke

Why Remove Fluoride From Phosphate Rock To Make Fertilizer

 

Consensus

Islanda, quando il popolo sconfigge l'economia globale.

Il Giorno Fuori dal Tempo, Il significato energetico del 25 luglio

Rinaldo Lampis: L'uso Cosciente delle Energie

Attivazione nei Colli Euganei (PD) della Piramide di Luce

Contatti con gli Abitanti Invisibili della Natura

 

Diary of a Knowledge Broker

Giving It Away, Making Money

Greenhouses That Change the World

Cycles of Communication and Collaboration

What Is an "Integrated Solution"?

Thoughts about Value-Add